Ora

Ulti Clocks content

Chi è online

 49 visitatori online
07- Una nuova Minaccia: Unicron

Ciao ragazzi! Eccomi qui! Mi chiamo Hot Rod, ma tutti mi conoscono con il nome di Folgore.
Faccio parte del gruppo degli Autobot, ma sono tra i più giovani della squadra, perciò non sempre vengo trattato come un vero guerriero.
Non importa. Sono un grande amico di Daniel, il figlio di Spyke Witwicky, uno dei pochi umani che ha avuto il coraggio di seguirci fin dall’inizio di tutto.
Sono passati ormai molti anni da quando Optimus Prime e Megatron hanno ripreso a combattere, una volta risvegliatisi sul pianeta Terra.
Da quel momento, molte cose sono cambiate. Voi umani ci avete accettati come vostri alleati contro i seguaci di Megatron e ci avete concesso di costruire una base strategica sul vostro pianeta. Anche i Decepticon, però, si sono stanziati qui e hanno ricominciato ad attaccare anche il nostro pianeta natale, Cybertron, con lo scopo di renderlo schiavo sotto il loro potere.

Mentre eravamo impegnati in questa lunga faida che continua ormai da milioni di anni però, nessuno si è accorto che nel nostro Universo, qualcosa di inaspettato e tremendo stava accadendo.
Mentre le nostre fazioni si combattevano senza esclusioni di colpi, subendo alla fine la perdita del nostro capo Optimus Prime e del leader dei Decepticon Megatron, l’immenso mangiatore di pianeti Unicron si era di nuovo destato e stava distruggendo l’intera galassia.
Molti pianeti sono stati assorbiti e distrutti da questo famelico divoratore stellare e nulla sembrava ostacolarlo dal compimento della sua missione: distruggere Cybertron.
Mentre tutto ciò accadeva, Optimus, sul suo letto di morte, consegnò la matrice del comando al secondo ufficiale in capo della base sulla Terra, Ultra Magnus, facendolo divenire il nuovo leader degli Autobot.

Megatron, invece, ferito a morte e mal funzionante, venne scaricato nello spazio dal traditore Starscream e prontamente recuperato dallo stesso Unicron. Il piano del divoratore di pianeti era semplice: recuperare la matrice del comando di Optimus facendosi aiutare dal leader dei Decepticon, ritornato a nuova vita sotto il nome di Galvatron.

Galvatron non potè che accettare l’offerta di Unicron e così facendo egli ritornò, insieme ad un manipolo di prescelti, a riconquistare i suoi Decepticon e a lottare contro gli Autobot superstiti dall’ultima battaglia.


L’estrema gravità della cosa, mi permise di entrare in battaglia al fianco di Ultra Magnus, con la missione di tornare su Cybertron e sconfiggere Unicron con l’aiuto della matrice, ma molte insidie ci costrinsero a separarci.
Grazie all’aiuto de Dinobot e ad un nuovo gruppo di autobot conosciuti su un pianeta sconosciuto, io e la mia squadra riuscimmo ad arrivare in tempo su Cybertron, dove ci aspettavano Galvatron e Unicron, pronti a distruggere l’intero pianeta.

L’ultima Battaglia fu devastante; Unicron si trasformò da pianeta divoratore di mondi, a super robot con l’unico scopo di devastare il pianeta. Galvatron nel frattempo era riuscito a rubare la matrice a Ultra Magnus. La disfatta sembrava ormai giunta.
Grazie alla mia squadra, riuscii a raggiungere Galvatron all’interno della testa di Unicron e dopo uno scontro furibondo, recuperai la matrice, la quale si schiuse e con il suo immenso potere distrusse Unicron e scaraventò il capo dei Decepticon lontano nello spazio.
Da quel momento, Hot Rod cessò di esistere. Al suo posto nacque Rodimus Prime, successore di Optimus e leader del nuovo gruppo degli Autobot e la pace ritornò sui nostri pianeti.

 

 
 | Powered by Roberto Marchesi  - (C) Mondi Paralleli |